Home   >  Antietà  >  Hai più di 50...
30-01-2019

Hai più di 50 anni? Sei a rischio di carenza di queste due vitamine fondamentali

vitamina B9/B12 Un nuovo studio condotto da alcuni ricercatori a partire dai risultati dello studio longitudinale irlandese sull'invecchiamento (TILDA) ha mostrato che una percentuale significativa di persone con più di 50 anni aveva una carenza significativa di vitamina B12 e di vitamina B9 (chiamata anche folato).


Il risultato è chiaro: una persona su otto sarebbe carente di vitamina B12, una su sette sarebbe carente di vitamina B9. Un'ampia percentuale di persone è anche al di sotto degli apporti raccomandati senza che si possa dire che abbia una carenza: parliamo di livelli insufficienti di vitamina B12/B9. Gli autori dello studio hanno anche mostrato che la prevalenza di queste carenze aumentava con l'età. Sono più pronunciate nei fumatori, nelle persone che vivono da sole e in quelle a basso reddito.


Entrambe le vitamine sono essenziali per la funzione cognitiva, la salute del cervello, la produzione di cellule del sangue e il DNA. Numerosi studi hanno dimostrato che dei livelli insufficienti di folati e di vitamina B12 erano collegati a un cattivo stato di salute a lungo termine. " Questo è il più ampio studio, il più rappresentativo e il più chiaro che si basa sui livelli di vitamina B12 e di folato in Irlanda ed è perfettamente estrapolabile per l'intero mondo occidentale, osserva la professoressa Anne Molloy, una degli autori dello studio. Evidenzia dei livelli di folato molto sorprendenti nelle persone con più di 50 anni". Negli Stati Uniti, l'arricchimento sistematico di folati in alcuni alimenti ha permesso di prevenire milioni di casi di carenze in soli 20 anni senza causare alcun effetto collaterale (1) ... Questo è chiamato fortificazione. Gli autori dello studio sottolineano che un tale programma potrebbe essere interessante negli altri paesi occidentali.Nel frattempo, l'integrazione rimane sempre una soluzione personalizzata, sicura ed efficace per ripristinare i livelli di queste due vitamine.

Assumere un integratore con vitamina B12: una realtà con l'avanzare dell'età

A differenza di molte altre vitamine, la vitamina B12 è disponibile solo in pochissimi alimenti, principalmente nei prodotti di origine animale come la carne, il pesce, i prodotti lattiero-caseari o le uova. Questa relativa rarità pone seri problemi ai vegetariani e soprattutto ai vegani che non hanno altra scelta se non assumere un integratore finché perdura la loro dieta.


Invece, nelle persone con più di 50 anni che mangiano la carne, è piuttosto la forte diminuzione dell'assimilazione (2) e l'aumento dei fabbisogni di vitamina B12 che richiedono l'integrazione. Con l'avanzare dell'età, il trasporto assistito della vitamina B12 attraverso la parete dello stomaco diventa infatti più lento e si trova rapidamente limitato (3). Un'efficienza ulteriormente ridotta da altri fattori: la colonizzazione dello stomaco da parte dell'Helicobacter pylori (4), un batterio che contamina furtivamente una persona su due nel mondo, il consumo di alcol e l'assunzione di farmaci (soprattutto quelli che mirano a combattere il reflusso gastroesofageo, lo stress, le ulcere, la dispepsia, il diabete, l'ipertensione ma anche i trattamenti contraccettivi). Parallelamente a questi principali rallentamenti nel trasporto, i fabbisogni di vitamina B12 aumentano con l'avanzare dell'età! Il livello di stress ossidativo che l'uomo si trova quotidianamente ad affrontare (stress cronico, infiammazione cronica, ansia, disturbi del sonno, inquinamento, prodotti tossici, alimentazione dannosa, scarsa attività fisica) richiede dei livelli di vitamina B12 nettamente superiori alla media di cui non dispone sempre. Dopo alcuni anni, si verifica logicamente un progressivo esaurimento delle riserve e l'inizio dei problemi...


Ma esiste una soluzione. Una percentuale molto scarsa (dell'ordine dell'1%) può riuscire a passare attraverso la parete intestinale senza l'intermediazione di trasportatori, il che può essere utile quando delle quantità molto elevate vengono ingerite (in caso di consumo di frattaglie, per esempio, o di integratori concentrati) (5).


Per ripristinare rapidamente dei livelli sufficienti di vitamina B12, basta quindi assumere 1 compressa al giorno di metilcobalamina (la forma di vitamina B12 meglio assimilata con l'idrossicobalamina) per diverse settimane e quindi ripetere questo trattamento regolarmente. Ciò consentirà di massimizzare il meccanismo di diffusione passiva e di contrastare la perdita di efficacia del trasporto nelle persone con più di 50 anni.

La vitamina B9 per combattere gli effetti nocivi dell'invecchiamento

La vitamina B9, denominata anche acido folico o folato, è una sostanza essenziale, ufficialmente riconosciuta per la sua ottimizzazione della formazione delle cellule del sangue e coinvolta nella prevenzione di molti disturbi legati all'età come l'ipertensione, la depressione, il declino cognitivo, l'ictus e le malattie cardiovascolari. Si trova principalmente nella carne (soprattutto nelle frattaglie) e nelle verdure, ma la cottura, l'inscatolamento e il congelamento ne riducono drasticamente il contenuto.


Per ritrovare dei livelli adeguati di vitamina B9 e godere delle sue proprietà, bastano 2 compresse al giorno di SuperFolate per almeno 6 settimane.


Senza dei livelli adeguati di vitamina B12 e di vitamina B9, nulla può funzionare bene nel corpo umano. Si nota a lungo termine, la comparsa di un numero impressionante di disfunzioni e il contributo allo sviluppo di diverse patologie: indebolimento generale dell'organismo (bassa immunità, debolezza muscolare, spossatezza, mancanza d'interesse e di tono, dolori... ), disturbi nervosi (irritabilità, depressione, intorpidimento, affaticamento, agitazione, demenza, rischio di malattie neurodegenerative...), perdita di capacità visive e uditive (6)...


Lo studio in questione:
Eamon J. Laird, Aisling M. O’Halloran, Daniel Carey, Deirdre O’Connor, Rose A. Kenny, Anne M. Molloy. Voluntary fortification is ineffective to maintain the vitamin B12 and folate status of older Irish adults: evidence from the Irish Longitudinal Study on Ageing (TILDA). British Journal of Nutrition, 2018; 120 (01): 111 DOI: 10.1017/S0007114518001356


Bibliografia

  1. Williams J, Mai CT, Mulinare J, Isenburg J, Flood TJ, Ethen M, Frohnert B, Kirby RS, Centers for Disease C, Prevention. Updated estimates of neural tube defects prevented by mandatory folic Acid fortification – United States, 1995-2011. MMWR Morb Mortal Wkly Rep 2015;64(1):1-5.
  2. Michael J Shipton and Jecko Thachil, Vitamin B12 defi ciency – A 21st century perspective, Clinical Medicine 2015 Vol 15, No 2: 145–50
  3. Allen LH, Casterline J. Vitamin B-12 deficiency in elderly individuals: diagnosis and requirements. Am J Clin Nutr 1994;60:12-14.
  4. Nicole Tegtmeyer, Silja Wessler, Vittorio Necchi, Manfred Rohde, Aileen Harrer, Tilman T. Rau, Carmen Isabell Asche, Manja Boehm, Holger Loessner, Ceu Figueiredo, Michael Naumann, Ralf Palmisano, Enrico Solcia, Vittorio Ricci, Steffen Backert. Helicobacter pylori Employs a Unique Basolateral Type IV Secretion Mechanism for CagA Delivery. Cell Host & Microbe, 2017; 22 (4): 552 DOI: 10.1016/j.chom.2017.09.005
  5. Elia M. Oral or parenteral therapy for B12 deficiency. Lancet 1998;352:1721-2. View abstract.
  6. Houston DK, Johnson MA, Nozza RJ, et al. Age-related hearing loss, vitamin B-12, and folate in elderly women. Am J Clin Nutr 1999;69:564-71.
Ordinare prodotti
Methylcobalamine 1 mg

La forma di vitamina B12 più attiva, utilizzata di preferenza per rigenerare i neuroni.

www.supersmart.com
SuperFolate 200 mcg

Una nuova generazione di acido folico riconosciuto sicuro ed efficace dall'EFSA e dall'FDA

www.supersmart.com
A découvrir aussi
25-07-2016
Questa scoperta potrebbe farvi guadagnare 10, 20...
La ricerca sulla longevità umana ha compiuto un passo storico.Ignorato dai media occidentali, gli scienziati russi hanno sviluppato una sostanza che può prolungare la durata...
Più info
02-09-2016
La scoperta sorprendente di un ricercatore russo...
Nel 1947, lo scienziato russo Nicolaï Lazarev ha notato l'esistenza di una classe di piante che, se consumate dagli esseri umani, aumentano la resistenza a...
Più info
21-08-2019
Resveratrolo: un nuovo straordinario studio conferma il...
Alcuni ricercatori dell'Università di Exeter sono riusciti a ringiovanire alcune cellule senescenti in laboratorio 1 grazie ad una molecola già nota per i suoi effetti...
Più info
Seguici
Selezioni la lingua scelta
itfrendeesnlpt

Gratis

Ti ringraziamo per la visita, prima di uscire

ISCRIVITI AL
Club SuperSmart
Ed approfitta
di promozioni esclusive:
  • Gratis: la pubblicazione scientifica settimanale "Nutranews"
  • Delle promozioni esclusive ai membri del club
> Continua