Home   >  Cardiovascolare  >  L'effetto protettivo dei mirtilli...
04-03-2019

L'effetto protettivo dei mirtilli contro le malattie cardiovascolari

mirtilli cardiovasculari Il mirtillo, conosciuto anche con il suo nome scientifico Vaccinium myrtillus L., è uno dei frutti più ricchi di antociani o antocianosidi1. Appartenente alla grande famiglia dei polifenoli e alla sottofamiglia dei flavonoidi, questi elementi conferiscono al mirtillo il suo colore blu-nero, ma anche i suoi benefici per la salute. Riassunte nel libro Herbal Medicine: Biomolecular and Clinical Aspects, le proprietà del mirtillo sono numerose, tra cui la più celebre è la sua azione positiva per migliorare la vista. Più recentemente, alcuni ricercatori hanno evidenziato un nuovo effetto benefico del mirtillo per prevenire certe malattie cardiovascolari.

Dei mirtilli per migliorare il profilo lipidico

Se il mirtillo è già stato oggetto di numerose ricerche scientifiche, alcuni studi recenti potrebbero rilanciare le ricerche su queste piccole bacche. Infatti, alcuni ricercatori dell'Università slovacca di agronomia di Nitra hanno rivelato dei nuovi risultati in merito all'effetto del consumo di mirtilli nel metabolismo lipidico2. Condotto nel 2013, il primo studio ha seguito 18 donne e 7 uomini che hanno consumato 150 grammi di mirtilli per tre volte a settimana. Dopo 6 settimane di studio, i ricercatori hanno rivelato dei risultati molto interessanti con una diminuzione complessiva del livello di colesterolo. Hanno osservato in modo particolare una riduzione dei livelli di colesterolo LDL, più conosciuto come il "colesterolo cattivo" e del livello di trigliceridi. Questo risultato era simile negli uomini e nelle donne, con l'eccezione di un leggero aumento del colesterolo HDL, definito come il "colesterolo buono", nelle donne. Questi primi risultati indicano che il consumo regolare di mirtilli potrebbe migliorare il profilo lipidico, riducendo i livelli di colesterolo.

Dei mirtilli per prevenire le malattie cardiovascolari

Tenendo conto dei primi risultati molto incoraggianti, i ricercatori slovacchi hanno continuato gli studi per valutare l'interesse del consumo di mirtilli per la prevenzione delle malattie cardiovascolari3. Allo stesso modo del primo studio, i ricercatori hanno effettuato delle analisi su 25 donne e 11 uomini che consumavano mirtilli tre volte alla settimana per sei settimane. Oltre alla misurazione dei livelli di colesterolo, hanno preso in considerazione alcuni parametri antropometrici, come il peso, l'indice di massa corporea e la pressione sanguigna. Hanno anche analizzato i livelli di glucosio, di enzimi epatici, di creatinina, di albumina, di magnesio così come dell'attività dei radicali liberi. Come il loro precedente studio, i ricercatori hanno osservato una diminuzione dei livelli di colesterolo totale, con una riduzione del livelli di colesterolo LDL e del livello di trigliceridi. A differenza del primo studio, non hanno riscontrato alcuna differenza tra i due sessi, con un aumento dei livelli di colesterolo HDL, negli uomini e nelle donne. Oltre al profilo lipidico, i ricercatori hanno riscontrato una diminuzione dei livelli di glucosio e di alcuni enzimi epatici, tra cui la gamma glutamil transferasi nelle donne e l'aspartato aminotransferasi nell'uomo. Questo risultato è molto incoraggiante perché un livello elevato di questi enzimi è considerato come un segno patologico. Questi risultati suggeriscono così che il consumo di mirtilli potrebbe essere associato ad una riduzione dei fattori di rischio cardiovascolare.

> Bibliografia:

1. Chu W, Cheung SCM, Lau RAW, Benzie IFF, « Bilberry (Vaccinium myrtillus L.) », Herbal Medicine: Biomolecular and Clinical Aspects, 2nd edition, Boca Raton (FL): CRC Press/Taylor & Francis, 2011, Chapter 4.
2. Marta Habanova, Miroslav Haban, Peter Chlebo, Marianna Schwarzova, « Changes of plasma lipids in relation to the regular consumtpion of bilberries (Vaccinium Myrtillus L.) », Potravinarstvo, February 2013, 7(1):1-6.
3. Marta Habanova, Jorge A. Saraiva, Miroslav Haban, Marianna Schwarzova, Peter Chlebo, Lenka Predna, Jan Gažo, Joanna Wykaemail, « Intake of bilberries (Vaccinium myrtillus L.) reduced cardiovascular diseases risk factors through positive influences in lipoprotein profiles », Nutrition Research, Nov 2016.
Ordinare prodotto
Bilberry Extract 100 mg

L'estratto di mirtillo migliora la microcircolazione e da sollievo alla fatica visiva.

www.supersmart.com
A découvrir aussi
07-06-2016
Questo nutriente ringiovanisce la pelle e le...
Immaginate un alimento naturale che impedisca alla pelle di riempirsi di rughe, rilassarsi, invecchiare, sia sul viso (occhi, guance, labbra) che sulle cosce o sotto...
Più info
22-05-2017
Una combinazione efficace contro il colesterolo cattivo
cholesterol - Aloe Vera - ProbiotiquesUn team di ricerca indiano ha...
Più info
16-05-2017
Delle sostante nutritive benefiche contro l'ipertensione arteriosa
In occasione della Giornata Mondiale contro l'Ipertensione, è necessario ricordare l'importanza della prevenzione e della diagnosi di questo disturbo cardiovascolare. Caratterizzata da una pressione insolitamente...
Più info

Gratis

Ti ringraziamo per la visita, prima di uscire

ISCRIVITI AL
Club SuperSmart
Ed approfitta
di promozioni esclusive:
  • Gratis: la pubblicazione scientifica settimanale "Nutranews"
  • Delle promozioni esclusive ai membri del club
> Continua