Home   >  Sistema immunitario, fatica e infezioni  >  L'accorciamento dei telomeri associato...
28-03-2013

L'accorciamento dei telomeri associato ad una diminuzione della resistenza alle infezioni del tratto respiratorio superiore

Un articolo apparso sul Journal de l'Association Médicale Américaine (JAMA) ha evidenziato un'associazione tra l'accorciamento dei telomeri e una maggiore sensibilità ai raffreddori.

I telomeri sono complessi di DNA situati alle estremità dei cromosomi che si accorciano ad ogni divisione cellulare, causando un'alterazione della funzione cellulare e la loro senescenza. Una riduzione della lunghezza dei telomeri è quindi associata alle condizioni generali dell'invecchiamento, tra cui le malattie cardiovascolari e infettive.

Secondo Sheldon Cohen, autore di uno studio pubblicato nel mese di febbraio 2013, la lunghezza dei telomeri è un marcatore relativamente costante per tutta la vita e potrebbe prevedere la suscettibilità a malattie acute in soggetti giovani e in buona salute. Sappiamo che le persone di età pari o superiore a 50 anni, con telomeri più corti, sono a maggior rischio di contrarre malattie e di mortalità. È anche noto che fattori diversi dall'invecchiamento, come stress cronico e stile di vita malsano, sono associati a telomeri più corti negli anziani. Pertanto, i ricercatori volevano sapere se telomeri più corti nei leucociti, in particolare le cellule CD8CD28, fossero associati ad una minore resistenza alle infezioni respiratorie tra i giovani adulti.

Lo studio ha coinvolto 152 uomini e donne di età compresa tra 18 e 55 anni. È stata analizzata la lunghezza dei telomeri dei quattro tipi di leucociti (globuli bianchi), e i partecipanti sono stati messi in quarantena (camere singole) per sei giorni. Gocce nasali contenenti un virus del raffreddore (rinovirus 39) sono state somministrate dopo 24 ore di quarantena, e i soggetti sono stati seguiti nei 5 giorni rimanenti.

I risultati mostrano che il 69% dei partecipanti è stato infettato dal virus (presenza di anticorpi) e il 22% ha riferito visibili segni clinici (presenza di anticorpi con segni clinici obiettivi).

La lunghezza dei telomeri è stata valutata nelle cellule mononucleari del sangue periferico e nei linfociti T. Telomeri più corti sono stati associati a una maggiore probabilità di infezione. Inoltre, i telomeri più corti di un tipo specifico di globuli bianchi (CD8CD28) sono associati ad un aumentato rischio di segni clinici visibili della malattia; tale rischio aumenta con l'età. Per coloro le cui cellule CD8CD28 avevano telomeri più corti, il tasso della malattia con segni clinici visibili era il doppio di quello dei soggetti la cui lunghezza dei telomeri era maggiore.
"Queste cellule svolgono un ruolo importante nell'eliminazione delle cellule infette e coloro con telomeri più corti nelle cellule CD8CD28 sono a maggior rischio di infezione, poiché hanno un minor numero di cellule funzionali a disposizione per rispondere al virus", afferma il dottor Cohen.

In questo studio preliminare, telomeri più corti su alcuni globuli bianchi sono stati associati ad un aumentato rischio di infezioni respiratorie acute. "Questo è una ricerca preliminare e i lavori successivi con altri virus e infezioni naturali aiuterà a chiarire le sue implicazioni", ha aggiunto l'autore dello studio.

Cohen S, Janicki-Deverts D, Turner RB, Casselbrant ML, Li-Korotky HS, Epel ES, Doyle WJ. Association between telomere length and experimentally induced upper respiratory viral infection in healthy adults. JAMA. 2013 Feb 20;309(7):699-705. doi: 10.1001/jama.2013.613.
Ordinare prodotti
Astragaloside IV 98%

Una formula avanzata anti-invecchiamento assolutamente eccezionale!

www.supersmart.com
Cycloastragenol 98%

Vincere l'invecchiamento e aumentare l'aspettativa di vita

www.supersmart.com
Telomeres Maintenance Formula

Allungare la vita evitando l'accorciamento dei telomeri.

www.supersmart.com
A découvrir aussi
24-06-2019
La PEA, l'antidolorifico naturale universale
Meglio conosciuta con le iniziali PEA, la palmitoiletanolamide è un potente principio attivo naturale scoperto nel 1957. Fin dalla sua scoperta, questa sostanza è stata...
Più info
25-07-2016
Questa scoperta potrebbe farvi guadagnare 10, 20...
La ricerca sulla longevità umana ha compiuto un passo storico.Ignorato dai media occidentali, gli scienziati russi hanno sviluppato una sostanza che può prolungare la durata...
Più info
03-01-2018
Gli 8 segreti delle persone che non...
Ogni anno, le stesse persone sembrano superare miracolosamente le epidemie di influenza o di gastroenterite. In realtà, la fortuna non centra: è la qualità delle...
Più info
Seguici
Selezioni la lingua scelta
itfrendeesnlpt

Gratis

Ti ringraziamo per la visita, prima di uscire

ISCRIVITI AL
Club SuperSmart
Ed approfitta
di promozioni esclusive:
  • Gratis: la pubblicazione scientifica settimanale "Nutranews"
  • Delle promozioni esclusive ai membri del club
> Continua