Home   >  Probiotici  >  Flora intestinale: un'alterazione chiamata...
20-02-2017

Flora intestinale: un'alterazione chiamata in causa nella malattia di Crohn

malattia di Crohn Alcuni studi recenti potrebbero permettere di comprendere meglio l'origine della malattia di Crohn. Molto complessa, questa malattia rara è caratterizzata da un'infiammazione cronica dell'intestino. Sebbene sempre più ipotesi siano formulate sulla sua origine, rimangono molte aree oscure. Uno studio recente rivela che un cambiamento della flora intestinale potrebbe essere implicato nell'insorgenza della malattia di Crohn. Una nuova pista di trattamento? Alcune spiegazioni grazie ai risultati di questo studio pubblicato su mBio, il giornale on-line legato alla celebre rivista American Society for Microbiology1.

Analisi della flora intestinale in alcuni pazienti affetti dalla malattia di Crohn

Questo studio è stato condotto su 9 famiglie di pazienti affetti dalla malattia di Crohn e sui loro familiari di primo grado non malati, così come su 4 famiglie di persone sane. L'obiettivo del team di ricercatori americani e francesi è stato quello di confrontare la flora intestinale tra i diversi membri di queste famiglie. Questo studio è stato reso possibile grazie ai numerosi progressi sulla caratterizzazione della flora intestinale. Infatti, quest'ultima è costituita naturalmente da numerosi microrganismi, ma l'equilibrio può essere perturbato da alcuni fattori esterni tra cui la presenza di agenti patogeni. Per questo motivo gli scienziati si sono interessati sia al batterioma, ovvero ai batteri presenti a livello della flora intestinale, sia al micobioma, ovvero ai funghi presenti.

Alcuni cambiamenti a livello della flora intestinale osservati nella malattia di Crohn

Al termine delle analisi, i ricercatori hanno osservato delle differenze significative tra le famiglie sane e le famiglie con soggetti affetti dalla malattia di Crohn. Sebbene il micobioma sembra non subire cambiamenti, il batterioma presenta diverse variazioni nei soggetti malati. Un livello più importante di batteri dei ceppi Serratia marcescens e Escherichia coli fu riscontrato in modo particolare nei pazienti affetti dalla malattia di Crohn. Inoltre, una quantità superiore di lieviti Candida tropicalis fu anche riscontrata nei soggetti malati rispetto ai loro familiari sani.

Una pista per il trattamento della malattia di Crohn?

Questi primi risultati suggeriscono che un'alterazione della flora intestinale potrebbe essere implicata nell'insorgenza della malattia di Crohn. Inoltre, l'azione di diversi microrganismi identificati potrebbe essere all'origine dei sintomi caratteristici della malattia di Crohn. Sebbene siano necessari ulteriori studi per confermare il legame tra la flora intestinale e la malattia di Crohn, questo studio conferma l'importanza della flora intestinale per il buon funzionamento e per il benessere dell'organismo. A tal fine, sono state sviluppate diverse soluzioni per mantenere l'equilibrio della flora intestinale. Questo è il caso soprattutto delle formulazioni di probiotici, che sono dei microrganismi vivi il cui apporto può essere benefico per l'equilibrio della flora intestinale. Per capitalizzare sui loro benefici, questi probiotici possono essere venduti singolarmente come il ceppo Bifidobacterium longum o sotto forma di combinazioni di diversi probiotici come la potente formulazione Probio Forte™.



> Bibliografia:
1. G. Hoarau et al. Bacteriome and Mycobiome Interactions Underscore Microbial Dysbiosis in Familial Crohn’s Disease, mBio, 20 September 2016.
Ordinare prodotti
Probio Forte

Mix di probiotici ; 8 miliardi di microrganismi per capsula
In DR Caps™ gastroresistenti per un'efficienza ottimale

www.supersmart.com
Bifidobacterium longum

DR caps™ gastro-resistenti per proteggere gli ingredienti degli acidi dello stomaco.
Uno dei più importanti microbatteri per la salute dell'intestino.

www.supersmart.com
A découvrir aussi
19-11-2018
Una bomba nel vostro intestino
Un intestino non curato, popolato da batteri e funghi patogeni opportunisti e patogeni (in particolare Candida albicans ) e inquinato da cibo mal digerito rischia...
Piu info
19-09-2016
Probiotici, molti effetti preventivi e curativi
I risultati clinici pubblicati negli ultimi quindici anni evidenziano i molteplici effetti benefici dei probiotici. Essi sembrano avere effetti preventivi e curativi, in particolare nei...
Piu info
14-03-2017
Dermatite atopica: l'interesse dei prebiotici e dei...
Tra il 30% e il 40% della popolazione mondiale sarebbe colpita da un'allergia. Dalle molteplici cause, quest'ultima può manifestarsi in diverse forme, tra cui allergia...
Piu info
Seguici
Selezioni la lingua scelta
itfrendeesnlpt

Gratis

Ti ringraziamo per la visita, prima di uscire

ISCRIVITI AL
Club SuperSmart
Ed approfitta
di promozioni esclusive:
  • Gratis: la pubblicazione scientifica settimanale "Nutranews"
  • Delle promozioni esclusive ai membri del club
> Continua