Home   >  Fitonutrienti  >  Curcumin: la migliore spezia...
21-09-2016

Curcumin: la migliore spezia antitumorale (1/2)

CurcuminLa curcumina è, tra tutte le sostanze nutritive, quella con gli effetti sul cancro meglio documentati nella letteratura scientifica.
La curcumina è un derivato della curcuma, il pigmento che conferisce al curry il colore giallo-arancio. Si tratta di un composto che è stato oggetto di numerosi studi e i cui effetti sulla salute sono molteplici. Di conseguenza la curcuma sta avendo un successo crescente in quanto integratore nutrizionale. 100 grammi di curcuma contengono 3-5 grammi di curcumina.
Le medicine tradizionali cinese e indiana sfruttano le virtù terapeutiche della curcumina da migliaia di anni. È particolarmente nota per le sue potenti proprietà antinfiammatorie. Comunque, come probabilmente sapete, l'infiammazione cronica è un fattore soggiacente di molte, se non di tutte le malattie croniche. È stato dimostrato che la curcumina influenza l'espressione di oltre 700 geni, il che potrebbe spiegare in parte i suoi numerosi benefici sulla salute.
Gli effetti sul cancro non sono quindi, di gran lunga, il suo unico interesse. Tuttavia, è il suo potenziale come agente anti-cancro ciò di cui vorrei discutere ora. Alla fine di questo articolo, troverete anche una lista di misure preventive contro il cancro da applicare nella vita quotidiana.

La curcumina efficace nei topi contro un tumore al cervello mortale

In un articolo pubblicato nel Journal of Nutritional Biochemistry del mese di luglio del 2011, alcuni ricercatori spiegano che la curcumina potrebbe essere la soluzione per fermare un tipo mortale di cancro al cervello chiamato glioblastoma. Lo studio, condotto su alcuni topi, porta avanti delle osservazioni che erano già state fatte precedentemente. Gli scienziati hanno mostrato che riduceva il tumore in 9 degli 11 animali studiati (81%), senza mostrare alcun segno di tossicità. (1)
Meglio ancora, la curcumina non influenzava le cellule sane, suggerendo così che colpisce selettivamente le cellule cancerogene. Hanno anche osservato che agiva in sinergia con due farmaci chemioterapici, aumentando l'eliminazione delle cellule cancerogene.

Gli autori affermano:
"In sintesi, i dati presentati qui suggeriscono che la curcumina è un agente potenziale per il trattamento dei glioblastomi."

Uno dei MIGLIORI integratori per molti tipi di cancro

Ma i medici conoscevano da molti anni questo potenziale anti-cancro della curcumina. Tra tutte le sostanze nutritive, è stata oggetto del maggior numero di articoli scientifici sulle sue proprietà anti-cancro.
Uno studio pubblicato nel 2008 sulla rivista scientifica Cancer Prevention Research ha osservato che la curcumina inibisce la motilità (la capacità di spostarsi) delle cellule del cancro alla mammella e la loro diffusione, bloccando il funzionamento dell'integrina alfa 6 beta 4, il che implica che potrebbe servire come agente terapeutico efficace nei tumori che amplificano l'alfa 6 beta 4. (L'alfa 6 beta 4 è associata allo sviluppo del cancro contribuendo alla resistenza delle cellule all'apoptosi e alle metastasi. L'apoptosi è la morte cellulare programmata: le cellule cancerogene hanno la particolarità di non morire quando dovrebbero, il che contribuisce allo sviluppo dei tumori) (2).
Nel 2009, uno studio pubblicato nella rivista scientifica Molecular Pharmacology ha osservato che la curcumina inibisce la crescita delle cellule cancerogene del pancreas e aumenta la sensibilità delle cellule alla chemioterapia. (3)
Uno studio del 2009 ha osservato che la curcumina favorisce la morte cellulare delle cellule del cancro al polmone. (4)
Uno studio del 2010 ha concluso che la curcumina ha la capacità di colpire le cellule staminali cancerogene. (5)

Come la curcumina combatte il cancro?

In India, dove la curcuma è ampiamente usata in cucina, la prevalenza, ovvero la frequenza, di quattro tipi di cancro molto diffusi nella nostra società - cancro al colon, alla mammella, alla prostata, al polmone - è dieci volte inferiore. In realtà, il cancro alla prostata, che è più spesso diagnosticato negli uomini europei, è raro in India, e questo fenomeno è attribuito, in parte, al consumo di curcuma. Sembrerebbe che la curcumina agisca contro il cancro in diversi modi:
    – Inibizione della proliferazione delle cellule tumorali;
    – Aiuta il corpo a distruggere le cellule mutanti, al fine di prevenirne la diffusione nel corpo;
    – Inibisce la trasformazione di cellule normali in cellule tumorali;
    – Riduce l'infiammazione;
    – Impedisce lo sviluppo dei vasi sanguigni che alimentano il tumore;
    – Inibisce la sintesi di una proteina considerata essenziale per la formazione dei tumori.

Qual è il miglior tipo di curcuma?

Per beneficiare di tutta la potenza della curcumina, scegliete un integratore alimentare al 100% di curcumina, estratto da curcuma certificata biologica, contenente almeno il 95% di curcuminoidi. La formulazione non deve contenere alcun additivo né eccipiente (la sostanza aggiunta all'integratore per facilitarne la produzione o la conservazione), e il produttore deve fornire una garanzia di qualità su tutta la catena produttiva: non-inquinamento dei suoli, semina, coltivazione, raccolta selettiva, produzione e confezionamento del prodotto finale.
Per la cucina, scegliete una polvere di curcuma pura piuttosto del "curry". Preferibilmente biologica. Uno studio scientifico ha mostrato che la polvere di curry tende a contenere molto poca curcumina rispetto alla curcuma.

Consigli per l'uso della curcumina

Al momento, non esiste alcuna formulazione disponibile in commercio per l'uso contro il cancro, e dovete sapere che sono necessarie dosi elevate, dato che la curcumina non è ben assorbita dall'organismo. La dose anti-cancro tipica può arrivare fino a 3 grammi di un buon estratto biodisponibile di curcumina, da tre a quattro volte al giorno.
Per ovviare a questo problema, è possibile fare una microemulsione di polvere di curcumina. Mescolare un cucchiaio di curcumina con 1 o 2 tuorli d'uovo, con un cucchiaino o due di olio di noce di cocco fuso. Quindi utilizzare un frullatore per emulsionare la miscela.
Un'altra strategia che può contribuire ad aumentare l'assorbimento della curcumina è quella di mettere un cucchiaio di polvere di curcumina in 12,5 cl di acqua bollente (deve bollire quando si aggiunge la polvere, l'efficienza è ridotta se l'acqua è tiepida). Dopo averla fatta bollire per 10 minuti, avrete creato una soluzione al 12%, che potete bere dopo che si è raffreddata. Il sapore sarà legnoso. Occorre notare che la concentrazione in curcumina diminuirà gradualmente. Dopo sei ore, la soluzione sarà solo al 6%, quindi è meglio berla entro quattro ore.
Attenzione alle macchie: la curcumina è un pigmento giallo molto potente. Questo liquido può macchiare in modo indelebile non solo i tessuti, ma anche alcuni tipi di plastica (materiale da cucina). Da manipolare, quindi, con precauzione.

Prevenire il cancro: 11 consigli per ridurre il rischio di essere colpiti

Negli ultimi trent'anni, il cancro è raddoppiato in tutto il mondo, e le stime indicano che potrebbe triplicare entro il 2030. Chiaramente, dobbiamo iniziare ad occuparci seriamente della prevenzione del cancro.
L'impressionante potenziale della curcumina per combattere il cancro non deve far dimenticare che uno stile di vita sano - e non l'assorbimento di qualsiasi quantità di integratori alimentari - è il modo MIGLIORE per evitare di far aumentare l'aumento di casi di cancro. La mia convinzione è che si può potenzialmente eliminare il rischio di cancro e di altre malattie croniche, e migliorare radicalmente le possibilità di cura se si viene realmente colpiti, seguendo le seguenti strategie per ridurne il rischio:
    - riducete notevolmente il consumo di zuccheri e di alimenti ricchi di amido. Questo vi permetterà di normalizzare il livello di insulina nel sangue, l'ormone anti-zucchero. Questa è una delle misure più efficaci che si possono adottare per ridurre il rischio di cancro, e per farlo, ridurre l'assunzione di zucchero, cereali e patate è fondamentale. L'eliminazione del fruttosio (sciroppo di frumento) è particolarmente importante, e se si ha il cancro, ridurre il consumo di fruttosio a meno di 10 grammi al giorno, tenendo conto di tutte le fonti.
    - Ottimizzate il livello di vitamina D, per mantenerlo tra 50 e 70 ng/mL. Le prove scientifiche che dimostrano che una carenza di vitamina D svolge un ruolo cruciale nello sviluppo del cancro sono schiaccianti. I ricercatori in questo campo hanno stimato che circa il 30% dei decessi per cancro potrebbero essere evitati ogni anno, ottimizzando i livelli di vitamina D della popolazione generale. (6) Al vostro livello personale, è possibile ridurre il rischio di cancro della metà o più, semplicemente esponendovi in modo sufficiente al sole durante tutto l'anno. È inoltre possibile utilizzare un buon integratore orale di vitamina D3, ma il sole rimane la soluzione primaria. Se vi state sottoponendo a un trattamento per il cancro, è probabile che un livello superiore di vitamina D (da 80 a 90 ng/ml) sia per voi benefico.
    - Fate regolarmente esercizio fisico: esistono delle prove che l'esercizio fisico riduce notevolmente il rischio di cancro, principalmente riducendo i livelli di insulina e normalizzandone gli estrogeni. Ad esempio, le donne che praticano regolarmente attività fisica possono ridurre il rischio di cancro alla mammella dal 20 al 30% rispetto a coloro che sono inattive. L'esercizio non deve essere intensivo, al contrario, ma deve essere frequente e vario.
    - I periodi di digiuno aiutano nell'intero processo di guarigione e possono anche avere un effetto rigenerante, aiutando il corpo ad eliminare le cellule morte e malate e le tossine.
    - Aumentate l'assunzione di acidi grassi omega 3 di origine animale;
    – Mangiate molti legumi, idealmente freschi e biologici, privilegiando i legumi colorati e in particolare i legumi a foglia verde così come le crucifere, ovvero tutti i tipi di cavolo, ma anche i ravanelli e il crescione, che hanno interessanti proprietà anti-cancro.
    - Dotatevi di una tecnica personale per ridurre le emozioni negative che rischiano di attivare i vostri geni del cancro. L'85% dei tumori sono causati da emozioni mal gestite. Lo yoga, la preghiera, la meditazione, la terapia di rilassamento sono solo alcuni dei modi per ripristinare un equilibrio interiore favorevole.
    - Conservate il vostro peso ideale;
    - Dormite sufficientemente e con un sonno di buona qualità;
    - Riducete l'esposizione alle tossine ambientali, come i pesticidi, i prodotti chimici per la casa, i deodoranti ambientali, l'inquinamento atmosferico e le tossine della plastica, come il bisfenolo A.
    - Limitate l'uso di telefoni cellulari e altri dispositivi senza fili, e quando li si utilizza, prendete tutte le precauzioni possibili per proteggervi dalle radiazioni elettromagnetiche.
    - Cucinate privilegiando le modalità di cottura delicate: pochage, cottura al vapore, bollitura, piuttosto che la frittura. Evitate assolutamente la cucina al barbecue.


Références :
(1) J Nutr Biochem. 2012 Jun;23(6):591-601.
(2) Cancer Prev Res (Phila). 2008 Oct;1(5):385-91.
(3) Mol Pharmacol. 2009 Jul;76(1):81-90.
(4) Biol Pharm Bull. 2010;33(8):1291-9.
(5) Cancer Lett. 2010 Jul 1;293(1):65-72.
(6) http://www.eurekalert.org/pub_releases/2007-08/uoc--ssm082107.php

Source :
Dr Joseph Mercola, "The Cancer-Fighting Spice So Potent - It Even Beat Brain Tumors in Mice...", 2011.
Ordinare prodotti
Super Curcuma

Fitosomi di curcuma - Biodisponibilità elevata

www.supersmart.com
Natural Curcuma

Un estratto superiore di curcuma standardizzato in curcuminoidi

www.supersmart.com
A découvrir aussi
06-07-2019
Medicina ayurvedica: i molteplici benefici della Gymnema...
Se non conosci ancora la gymnema, questa pianta medicinale ti sorprenderà per i suoi numerosi benefici per la salute. Pianta rampicante originaria dell'Asia, la Gymnema...
Piu info
21-08-2019
Una sostanza antinvecchiamento prodotta dopo la digestione...
Continua la lotta contro l'invecchiamento. Alcuni ricercatori che lavorano per una società start-up hanno scoperto gli effetti benefici dell'urolitina A 1 , una sostanza prodotta...
Piu info
28-06-2019
Fegato: gli effetti epatoprotettivi della curcumina
Probabilmente avete già sentito parlare dei benefici della curcuma per la salute? Oltre al suo uso alimentare, la pianta Curcuma longa L. è ampiamente utilizzata...
Piu info
Seguici
Selezioni la lingua scelta
itfrendeesnlpt

Gratis

Ti ringraziamo per la visita, prima di uscire

ISCRIVITI AL
Club SuperSmart
Ed approfitta
di promozioni esclusive:
  • Gratis: la pubblicazione scientifica settimanale "Nutranews"
  • Delle promozioni esclusive ai membri del club
> Continua