Home   >  Minerali  >  Il magnesio: un nuovo...
10-07-2017

Il magnesio: un nuovo antinfiammatorio?

magnesio Fino ad oggi, il magnesio era noto per lo più come un minerale essenziale per l'equilibrio nervoso, la funzione muscolare, la regolazione cardiaca o la salute delle ossa. E se questo minerale non avesse ancora rivelato tutti i suoi benefici? Questo è ciò che rivela una meta-analisi i cui risultati sono stati pubblicati nella rivista Current Pharmaceutical Design1. Gli autori di questo studio hanno riunito numerose prove scientifiche sull'attività antinfiammatoria del magnesio. Facciamo il punto su questa scoperta che apre delle prospettive promettenti per l'uso del magnesio come antinfiammatorio naturale.

Un ampio studio per svelare i segreti del magnesio

Benché i benefici e il potenziale terapeutico del magnesio siano noti da molti anni, alcuni aspetti non chiari persistevano sui suoi meccanismi d'azione all'interno dell'organismo. Mentre alcuni ricercatori erano convinti dell'attività antinfiammatoria del magnesio, altri avevano espresso dei dubbi su questa azione. È precisamente per approfondire questa domanda che alcuni ricercatori hanno deciso di raccogliere tutti gli studi eseguiti sugli effetti antinfiammatori del magnesio. Per questo, hanno analizzato diversi database scientifici tra cui PubMed-Medline, SCOPUS, Web of Science e Google Scholar. Dopo aver raccolto numerosi studi sugli effetti di un'integrazione per via orale di magnesio, i ricercatori hanno valutato la rilevanza, l'accuratezza e la coerenza dei dati raccolti attraverso varie analisi. Queste ultime hanno permesso in modo particolare di determinare la soggettività delle pubblicazioni e la sensibilità delle analisi.

Dei risultati positivi sull'attività antinfiammatoria del magnesio

Successivamente alle loro analisi, i ricercatori hanno selezionato 11 studi per valutare l'impatto di un'integrazione di magnesio sui livelli plasmatici di proteina C-reattiva. Questa molecola, sintetizzata principalmente a livello del fegato, è nota per essere coinvolta nei processi infiammatori. La proteina C-reattiva è utilizzata nella ricerca scientifica come biomarcatore. Un aumento della sua concentrazione indica una risposta infiammatoria dell'organismo. Incrociando gli 11 studi selezionati, i ricercatori hanno evidenziato una diminuzione significativa della concentrazione plasmatica di proteina C-reattiva in caso di un'integrazione con magnesio. Questa scoperta supporta l'ipotesi di un'attività antinfiammatoria del magnesio.

Delle prospettive promettenti per il trattamento delle infiammazioni

Sulla base dei risultati positivi dei ricercatori, un'integrazione di magnesio potrebbe avere così un interesse terapeutico per lottare contro le infiammazioni e le malattie croniche infiammatorie. Benché siano necessari ulteriori studi per confermare questa scoperta, questa meta-analisi apre delle prospettive terapeutiche promettenti. Dei nuovi studi sull'attività del magnesio potrebbero infatti portare allo sviluppo di un nuovo trattamento antinfiammatorio naturale.

Questa meta-analisi ha permesso di rilanciare le ricerche sul potenziale terapeutico del magnesio. Sebbene la sua attività antinfiammatoria sia confermata da alcuni ulteriori studi, il magnesio potrebbe entrare a far parte della composizione di nuovi trattamenti antinfiammatori. Inoltre, questa meta-analisi ha permesso di ricordare l'importanza di un buon apporto di magnesio. Spesso sottovalutata, una carenza di magnesio può manifestarsi con una serie di sintomi come perdita di appetito, affaticamento, tensioni muscolari, sensazione di stress o palpitazioni. Per prevenire o curare queste complicazioni, sono spesso raccomandati degli integratori alimentari. Come integratore, il magnesio può essere proposto in varie forme come il magnesio malato. Per un'efficacia ottimale, otto forme di magnesio sono state selezionate per la loro biodisponibilità e riunite nella formula OptiMag di SuperSmart.


> Bibliografia:
1. Simental-Mendía LE, et al., Effect of magnesium supplementation on plasma C-reactive protein concentrations: A systematic review and meta-analysis of randomized controlled trials, Curr Pharm Des. 25 maggio 2017.
Ordinare prodotti
Magnesium Malate 800 mg

Una forma brevettata con una biodisponibilità migliorata per chelatare gli eccessi tossici di alluminio. 20% magnesio, 69% acido malico

www.supersmart.com
OptiMag

8 forme sinergiche di magnesio per una biodisponibilità ottimale
Formula nuova, più assimilabile e meglio tollerata

www.supersmart.com
A découvrir aussi
13-02-2017
Zinco: una monosomministrazione giornaliera per ridurre i...
Avete delle domande sull'integrazione con zinco: quali sono i benefici? Quali sono gli effetti? Quanto è efficace? Facciamo il punto grazie ad uno studio pubblicato...
Più info
30-04-2018
Alcuni ricercatori scoprono perché l'organismo di 1...
Uno studio pubblicato di recente sul Journal of the American Osteopathic Association mostra che la vitamina D non può essere utilizzata correttamente dall'organismo se i...
Più info
01-08-2018
Arrestare l'infiammazione cronica
Sia essa dolorosa o asintomatica, l'infiammazione è sempre stata la base delle cosiddette malattie della civilizzazione, numerose e invalidanti: le malattie cardiovascolari, l'artrite, le infiammazioni...
Più info

Gratis

Ti ringraziamo per la visita, prima di uscire

ISCRIVITI AL
Club SuperSmart
Ed approfitta
di promozioni esclusive:
  • Gratis: la pubblicazione scientifica settimanale "Nutranews"
  • Delle promozioni esclusive ai membri del club
> Continua