Home   >  Disturbi del sonno  >  Un nuovo composto attivo...
29-03-2017

Un nuovo composto attivo contro l'insonnia

insonnia Hai difficoltà ad addormentarti? Ti svegli sempre in piena notte? Non riesci a riaddormentarti? Come milioni di altre persone nel mondo, forse sei alla ricerca di una soluzione naturale ed efficace contro i disturbi del sonno. Se questo è il caso, questo articolo dovrebbe interessarti. Un team di ricercatori, infatti, ha appena identificato un nuovo composto attivo e naturale contro l'insonnia. Questa scoperta è particolarmente interessante visto che questo composto è derivato da una pianta usata per migliaia di anni nella medicina ayurvedica. Facciamo il punto su questa molecola di interesse per lottare contro i disturbi del sonno.

Ashwagandha, un'alternativa naturale per trattare l'insonnia

Difficoltà ad addormentarsi, risvegli ripetuti, sensazione di stress al mattino... questi sono tutti i segni caratteristici di un'insonnia. Sia che sia temporanea (acuta) o persistente (cronica), quest'ultima può influenzare notevolmente la vita quotidiana delle persone colpite provocando maggiore irritabilità, sonnolenza diurna e difficoltà di concentrazione. Sebbene esistano dei farmaci per combattere l'insonnia, l'uso dei sonniferi è spesso criticato per l'effetto di dipendenza e la comparsa di effetti indesiderati. Questo è anche il motivo per cui molti ricercatori stanno cercando di identificare delle alternative naturali. Tra le alternative più importanti per lottare contro i disturbi del sonno, l'Ashwagandha suscita l'entusiasmo dei ricercatori da molti anni. Il motivo? Questa pianta è raccomandata nei trattati dell'Ayurveda per indurre il sonno e lottare contro l'insonnia. Tuttavia, abbiamo dovuto aspettare il 2017 per identificare il composto all'origine della sua attività soporifera e comprendere meglio il suo interesse contro l'insonnia.

La spiegazione dell'attività soporifera dell'Ashwagandha

Sebbene l’Ashwagandha (Withania somnifera) sia utilizzata da millenni contro i disturbi del sonno, nessuno studio scientifico aveva permesso di comprenderne l'attività soporifera. Ad eccezione di uno studio recente pubblicato all'inizio dell'anno 2017 nella rivista PLOS ONE1. Un team di ricercatori giapponesi è infatti riuscito a identificare un nuovo composto all'interno dell'Ashwagandha: il glicole trietilenico. Condotto su alcuni topi, lo studio ha mostrato che questo composto provoca un aumento significativo del sonno a onde lente, che è la fase del sonno che è associata al sonno profondo. Benché siano necessari ulteriori test per confermare questi nuovi risultati, questi ultimi aprono delle prospettive promettenti per lottare contro i disturbi del sonno, tra cui l'insonnia.

Questa nuova scoperta conferma ancora una volta l'interesse dell'Ashwagandha. Prima di questo studio sull'insonnia, questa pianta aveva già mostrato degli effetti positivi contro gli stati di stress e ansia. Questo è il motivo per cui è stata classificata tra gli adattogeni. Ciò significa che permette al corpo di adattarsi di fronte ai diversi momenti di stress e alle aggressioni esterne della vita quotidiana. Abbiamo anche redatto un articolo su questo argomento: "Gli adattogeni e lo stress". In altre parole, l'Ashwagandha si presenta come una pianta preziosa per la fitoterapia. La troviamo ormai formulata sotto forma di integratore alimentare, come il nuovo estratto del catalogo di Supersmart: Super Ashwagandha.



> Bibliografia:
1. Kaushik MK, Kaul SC, Wadhwa R, Yanagisawa M, Urade Y, Triethylene glycol, an active component of Ashwagandha (Withania somnifera) leaves, is responsible for sleep induction, PLoS One, 2017 Feb 16, 12(2):e0172508.
Ordinare prodotto
Super Ashwagandha

Nuovo estratto 2,5 volte più concentrato in principio attivo

www.supersmart.com
A découvrir aussi
02-02-2015
Il grande ritorno del triptofano
L-triptofano è uno degli otto aminoacidi essenziali dell'alimentazione dell'uomo. Questo è il precursore metabolico di serotonina, melatonina e niacina. È stato scoperto nel 1901 da...
Più info
12-11-2013
Melatonina: un sonnifero naturale
L'Unione Europea ha finalmente autorizzato un prodotto naturale che aiuta a dormire meglio: la melatonina. Se chiedete il mio parere, le persone che hanno vietato...
Più info
25-01-2019
Addormentarsi velocemente senza sonniferi: i rimedi naturali...
Probabilmente, fate parte di quelle persone che hanno già sperimentato l'orribile sensazione causata dall'insonnia : lenzuola bollenti, pelle sudata, continui cambiamenti di posizione e la...
Più info
Seguici
Selezioni la lingua scelta
itfrendeesnlpt

Gratis

Ti ringraziamo per la visita, prima di uscire

ISCRIVITI AL
Club SuperSmart
Ed approfitta
di promozioni esclusive:
  • Gratis: la pubblicazione scientifica settimanale "Nutranews"
  • Delle promozioni esclusive ai membri del club
> Continua