Home   >  Sport e attività fisica  >  Obesità: alcuni ricercatori spiegano...
13-02-2017

Obesità: alcuni ricercatori spiegano la difficoltà a riprendere un'attività fisica

obesita Se le persone obese sono spesso stigmatizzate per la mancanza di attività fisica, uno studio scientifico potrebbe davvero cambiare la situazione. Questa diminuzione dell'attività fisica potrebbe essere causata da alcune disfunzioni a livello dei recettori cerebrali. In altre parole, l'inattività potrebbe essere in realtà una conseguenza e non la causa dell'obesità. Questo è quanto emerge da alcuni studi pubblicati sulla prestigiosa rivista scientifica Cell Metabolism1. Senza contare che questa sorprendente scoperta ha provocato numerose reazioni all'interno della comunità scientifica.

Una diminuzione dell'attività dopaminergica in alcune persone obese

Il team di ricercatori americani ed argentini è partito dall'ipotesi che la mancanza di motivazione riscontrata tra le persone obese potrebbe avere una spiegazione neurologica. I ricercatori si sono interessati in modo particolare all'attività della dopamina, un neurotrasmettitore secreto a livello del sistema nervoso centrale. Comunemente nota per svolgere un ruolo nella motivazione, nel desiderio o nella soddisfazione, la dopamina è infatti coinvolta nei sistemi di ricompensa del cervello. Tuttavia, alcuni studi nell'ambito del morbo di Parkinson hanno rivelato che una diminuzione dell'attività dopaminergica era associata ad una diminuzione dei movimenti. Un'osservazione analoga era stata fatta anche nelle persone obese. Questo è il motivo per cui i ricercatori hanno cercato di capire meglio l'impatto dell'obesità sull'attività dopaminergica.

Il motivo? Una disregolazione dei recettori della dopamina implicata nell'obesità

Per spiegare il calo dell'attività dopaminergica nelle persone obese, i ricercatori hanno condotto diversi test in alcuni topi magri e in alcuni topi obesi. I loro risultati hanno rivelato una diminuzione del recettore della dopamina, il D2R, situato a livello dello striato, una struttura specifica del cervello. Per valutare il ruolo di questo recettore D2R, i ricercatori hanno poi rimosso questi recettori in alcuni topi magri. Ciò ha portato ad una diminuzione dell'attività fisica nei topi magri. Al contrario, il ripristino del segnale nervoso attraverso i recettori DR2 in alcuni topi obesi ha portato ad un aumento della loro attività fisica.

Verso una nuova gestione dell'obesità?

Questo studio suggerisce quindi che la mancanza di attività fisica sarebbe più una conseguenza che una causa dell'obesità. Se questa conclusione fosse confermata nell'uomo, ciò permetterebbe di capire meglio le conseguenze dell'obesità e di migliorarne la cura. Nonostante questo studio, l'importanza dell'attività fisica per la salute e per la perdita di peso non è in alcun modo compromessa. Tuttavia, questi risultati servono a ricordare l'importanza della lotta contro l'aumento di peso per evitare delle complicazioni a lungo termine. Fortunatamente, esistono molte soluzioni per contribuire alla perdita di peso. Tra queste soluzioni, si possono menzionare le nuove formule Weight Loss Formula o Advanced Fat Burner del catalogo Supersmart, due integratori alimentari formulati seguendo le ultime scoperte scientifiche.


> Bibliografia:

1. Danielle M. Friend, Kavya Devarakonda, Timothy J. O'Neal, Miguel Skirzewski, Ioannis Papazoglou, Alanna R. Kaplan, Jeih-San Liow, Juen Guo, Sushil G. Rane, Marcelo Rubinstein, Veronica A. Alvarez, Kevin D. Hall, Alexxai V. Kravitz, Basal Ganglia Dysfunction Contributes to Physical Inactivity in Obesity, Cell Metabolism, 2016.
Ordinare prodotti
Weight Loss Formula

Il potere di una formula migliorata per favorire un migliore controllo del peso

www.supersmart.com
Advanced Fat Burner

I più recenti progressi scientifici per perdere definitivamente i centimetri di troppo

www.supersmart.com
A découvrir aussi
05-08-2016
Perdere peso senza muovere un dito
Ecco una soluzione semplice per bruciare calorie senza doversi muovere o fare intenso esercizio fisico. I ricercatori hanno scoperto che il corpo aumenta il dispendio...
Più info
10-05-2016
Ho provato di tutto per perdere peso
Se state cercando di perdere peso senza successo, è probabile che vi manchi un ingrediente. Questo ingrediente può essere una buona flora intestinale. Si è...
Più info
07-08-2019
Obesità e sovrappeso: gli effetti benefici della...
Lottare contro il sovrappeso e l'obesità è diventato un vero problema di salute pubblica 1 . Riguardando circa 2 miliardi di persone nel mondo, l'accumulo...
Più info
Seguici
Selezioni la lingua scelta
itfrendeesnlpt

Gratis

Ti ringraziamo per la visita, prima di uscire

ISCRIVITI AL
Club SuperSmart
Ed approfitta
di promozioni esclusive:
  • Gratis: la pubblicazione scientifica settimanale "Nutranews"
  • Delle promozioni esclusive ai membri del club
> Continua